Restyling sito web

Restyling sito web, quando e perché farlo?

Ogni azienda ha bisogno di un biglietto da visita o di una presentazione che illustri le proprie caratteristiche e i propri servizi. In questo modo attirerà l’attenzione di potenziali clienti e conquisterà la loro fiducia con un’introduzione chiara e trasparente di quello che offre. Oggi il sito web ha assunto per molti questo ruolo; di facile creazione, è più economico della carta stampata ed è in grado di raggiungere una maggiore utenza. Inoltre è versatile e si presta a modifiche. Quest’ultime sono necessarie, perché il digitale è in continua evoluzione, così come la comunicazione e, se non si dà importanza al restyling del sito web, si rischia di perdere molti potenziali clienti.

Ma cos’è esattamente il restyling?

Cosa significa Restyling

Si potrebbe pensare che questa azione di modifica riguardi solamente la parte grafica di un sito. Molto spesso si sottovaluta proprio per questo. È vero, il restyling di un sito web comporta un rinnovo dell’aspetto, per renderlo più adeguato ed esteticamente moderno. Talvolta l’abito fa il monaco e un utente è più attratto da una home page interessante e fatta bene, anche se offre gli stessi servizi di una graficamente più obsoleta.

Il restyling, però è anche un riadattamento dei contenuti, che avviene a seguito di un’analisi abituale e approfondita del mercato, degli obiettivi aziendali e della richiesta dell’utenza.

Ma non è possibile intervenire spesso in maniera minuziosa, si perderebbe troppo tempo e vi sarebbero costi eccessivi. Per cui, quando è necessario fare un restyling del proprio sito web?

Quando intervenire

Se un’azienda ha deciso di puntare molto sulla presenza online, è necessario che si occupi con cura e nel momento giusto del restyling del proprio sito web. Come già accennato, bisogna fare un’analisi del mercato e dell’utenza perché la rete non è statica, ma in continua evoluzione. Per fare un esempio, negli ultimi anni le modalità di utilizzo del web sono molto cambiate; gli utenti usano meno il pc e preferiscono dispositivi mobili, con i quali possono interagire  in vari momenti della giornata, come sul bus o in pausa pranzo.

Per questo è imperativo che un sito sia mobile friendly. Se una pagina non si presenta correttamente agli occhi di chi la guarda, perderà di attrattiva.

Il restyling di un sito web può essere fatto anche quando è l’azienda che cambia. Il brand si trasforma e gli obiettivi diventano più ambiziosi e ampi. C’è bisogno che questo rinnovo sia esplicitato anche online.

Perché intervenire

Come già accennato, il restyling del sito web è utile per l’adattamento a nuovi dispositivi mobili ed è necessario quando un brand aziendale viene trasformato. Grafica e contenuti non possono essere troppo datati e gli articoli, se presenti, devono essere aggiornati. Un utente che s’imbatte in un sito obsoleto, faticherà a ricordarselo e non lo considererà particolarmente affidabile. Una pagina non curata sembrerà ai suoi occhi abbandonata.

L’intervento può essere causato anche dal cambio di strategia e trasformazione di target. I potenziali clienti non sono delle sagome o dei numeri, ma soggetti in continua evoluzione, che seguono tendenze e abitudini sempre nuove.

Molto importante è avere in mente che un sito non è una brochure online. Dev’essere interattivo e in continua comunicazione con l’utenza. Questa è la vera potenzialità del web.

Un sito web, come già detto, non è un volantino o una brochure, ma uno strumento in grado di interagire con potenziali clienti e raggiungere un vasto bacino d’utenza. È necessario, però, utilizzarlo nella maniera giusta e non abbandonarlo. Come una pianta, c’è bisogno di curarlo e farlo crescere, ad esempio, con un restyling.

Solo così sarà possibile ottenere dei risultati.

Hai bisogno di migliorare il tuo sito web? Contattami

Articoli che ti potrebbero interessare.

Prenota subito la tua CONSULENZA GRATUITA